Cultura vinicola vissuta da generazioni

Già nell'XI secolo, sotto la guida dei monaci, venivano allestite terrazze coltivate a vigna sui ripidi pendii del Lago Lemano. Da allora, generazioni di viticoltori si occupano con cura di questo paesaggio straordinario. A tal fine sfruttano la ricchezza dei cosiddetti “tre soli”: il sole stesso, i raggi riflessi dal lago e il calore immagazzinato dai muri di pietra delle vigne. Questa regione vitivinicola, lunga circa 40 chilometri, è una delle più grandi di tutta la Svizzera. Comprende 14 paesi ben conservati e mostra in maniera impressionante un’evoluzione resa possibile dall’armonia tra gli abitanti e l’ambiente circostante. Patrimonio culturale dal 2007.

Puoi trovare maggiori informazioni qui.